sabato 23 febbraio 2013

Mamme di ieri. Mamme di oggi!

Ieri sera cena tra mamme! Rigorosamente figli e mariti free! Di venerdì sera!
Sono uscita di casa e la prima cosa a cui ho pensato è stata la canzone di Vasco Rossi Liberi Liberi.

Poi sono salita sulla mia macchina "la Clotilde" un po'ammaccata ma così accogliente!

E fumando la mia sigaretta elettronica ho pensato sorridendo alla mia mamma.

Alle mamme come lei che non ci hanno mai lasciato a casa la sera, sole con i papà, per dedicarsi qualche ora di sana e rigenerante libertà!





E al mio papà, molto più tenero ora che quando ero piccola!
Ai padri di una volta, che spesso dovevano solo essere autoritari nel rispettare e far rispettare le regole imposte dalla mater familiae.

Poi ho parcheggiato. In modo creativo come al solito. In una Milano intasata dalla settimana della moda donna. Che poi per noi very normal women è la settimana dell'utopia donna! Ma va be!






E mi sono trovata in mezzo alle mamme di oggi!
Belle, si belle oggettivamente. Sorridenti. Libere!

Tutte molto sorridenti. Con tanta, troppa, voglia di chiaccherare.
Abbiamo parlato veramente di tanti argomenti.
Prima i figli, quelli già cresciuti, quelli appena nati. Quelli che non dormono la notte, che si ammalano troppo, che pensano troppo alla scuola, o che si impegnano troppo poco.
Il boy più sportivo e il Big Boy invece che corre in un campo di calcio, paonazzo, implorandomi con gli occhi di richiamarlo negli spogliatoi con una scusa qualsiasi.

Abbiamo ordinato la pizza, di farina integrale, perché è più leggera.
E poi abbiamo rinfrescato le ugole con delle bionde fresche.

Ci siamo aggiornate, updatando le news sul nostro telefono e abbiamo parlato, ancora, di politica, delle elezioni, delle vacanze, delle case in montagna e di quelle al mare.
Delle nostre priorità. Ognuna con la sua. Ognuna difendendo la sua scelta. Ognuna giustificandosi un po' con se stessa.

Un caffè, per me decaffeinato, una lacrima di dolce limoncello, e poi ancora parole.
Abbiamo iniziato a parlare degli uomini. Di Lui. Di Loro.
Degenerando in risa sgraziate per quei tacchi alti e per quei pants così attillati. Per quelle calze nere velate e per quei top al posto della maglietta della salute.

E nella nostra libertà ci siamo accorte, alla fine, che ognuna di noi, prima di uscire per una serata di relax e spensieratezza aveva apparecchiato la tavola almeno, addirittura qualcuna aveva cucinato, apparecchiato, sparecchiato, lavato i piatti. Prima di indossare quei tacchi.

E abbiamo concluso che l'unica differenza dalla mamme di ieri, alla fine, era la maglietta della salute. Forse!

Ho trovato utile:
Confrontarmi con altre Very Normal Women per capire di essere in una grande barca. Tutte insieme!
W le Donne!




1 commento:

  1. After doing some online research, I got my first electronic cigarette kit on VaporFi.

    RispondiElimina

Facciamo gruppo! Entra le club delle Very Normal Women!